Archivi tag: Ambiente e Cultura

Oggi rischio incendio

Attenzione la Protezione Civile Regionale ha diramato per la giornata di oggi lunedì 5 settembre un bollettino di pericolosità estrema per pericolo incendio.

Si raccomanda a tutti di fare molta attenzione e di seguire scrupolosamente queste indicazioni:

Regole rischio incendio

Annunci

Regolamentazione stagione balneare

Cala CorsaraLa Capitaneria di Porto ha emesso due importanti ordinanze in ordine alla stagione estiva che sta per cominciaree che trasmettiamo di seguito.

“Entra nel vivo la stagione estiva e la Capitaneria di porto emette due importanti provvedimenti:
Con l’ordinanza n. 92 in data 11 giugno 2016 viene interdetto l’accesso e il transito alla “Banchina Poste”, oggetto di lavori di adeguamento, da tempo attesi, che dovrebbero concludersi entro 30 giorni.
Con l’ordinanza n. 91 in data 10 giugno 2016 viene regolamentata, in via sperimentale, la navigazione e il transito delle unità da diporto in alcune delle isole più suggestive e visitate dell’Arcipelago.
La Capitaneria, tenuto conto delle risultanze dei numerosi incontri e tavoli tecnici e dei pareri resi sia dal Parco che dal Comune, anche al fine di tutelare le praterie di posidonia, che iniziano a generarsi ad una distanza mediamente di 120 metri dalla costa sabbiosa, ha inteso consentire a natanti ed imbarcazioni, nelle zone di mare ricomprese tra i cavi tarozzati ed il limite di 200 metri dalla costa, la navigazione e l’ancoraggio, alle seguenti condizioni ed obblighi :
a) navigazione ad una velocità massima di 3 nodi o comunque minima velocità di manovra;
b) obbligo di istituzione del servizio di vedetta per evitare eventuali presenze a mare di bagnanti;
c) possibilità di ormeggio alla fonda solo su fondale sabbioso;
d) obbligo di transito di qualsiasi unità oltre i 10 metri da un’altra unità alla fonda;
e) obbligo di ormeggio alla fonda ad una distanza non inferiore a 10 metri l’una dall’altra, con eventuale possibilità di ormeggi a pacchetto, in parziale deroga, solo con espresso consenso del conduttore di ogni unità interessata e comunque accertandosi che non vi siano bagnanti nello specchio acqueo impegnato per la manovra di evoluzione;
f) adozione di misure aggiuntive sulla base della buona perizia marinaresca al fine di prevenire situazioni di potenziale pericolo;
g) utilizzo di sirene o fischi e comunque qualsiasi ulteriore dispositivo visivo/sonoro in grado di segnalare la propria presenza, se necessario;
h) transitare ad una distanza non inferiore ai 2 metri dal limite esterno dei cavi tarozzati.
Il provvedimento, sperimentale, è immediatamente applicabile nelle seguenti località:
• Porto della Madonna, compreso tre le Isole di Santa Maria e di Budelli;
• Cala Soraya, Isola di Spargi;
• Cala Corsara, Isola di Spargi;
• Cala Granara, Isola di Spargi;
• Cala Napoletana, Isola di Caprera.

La Maddalena, 13 giugno 2016″

Si chiude il sipario su Budelli. E ora?

1Trasmettiamo integralmente il comunicato stampa sulla vicenda Budelli, trasmesso ieri dall’Ente Parco. Attendiamo ora che l’amministrazione dello Stato – nel caso il Ministero dell’Ambiente – inventi qualcosa per fare di quell’isola un elemento economicamente vantaggioso per La Maddalena. Se ciò non sarà fatto a breve termine anche quei 3,6 milioni necessari per l’acquisto dello scoglio, finiranno nel calderone delle spese nazionali senza capo né coda, alla faccia anche di quegli 85 mila italiani che hanno creduto – ancora una volta – in una martellante pubblicità teleguidata sul ‘dài al privato!’. Magari non sapendo che quell’isola è privata da sempre e sempre è restata integra, salvo il fatto che da vent’anni continua a molestare i sogni degli isolani e a bloccare quasi costantemente ogni inziativa di sviluppo turistico. Speriamo che l’ottimisto curi le ferite dei maddalenini ancora per parecchi anni!

“Si conclude con l’assegnazione al Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena la lunga querelle relativa alla proprietà dell’isola di Budelli. La decisione, assunta dal Giudice per le esecuzioni fallimentari del Tribunale di Tempio, assegna l’isola all’Ente di gestione dell’area protetta e quindi al patrimonio pubblico nazionale. Budelli, fino a questo momento proprietà privata e che nel corso degli anni è stata interessata da una lunga procedura fallimentare, diventa un bene comune a disposizione dell’intera comunità così come voluto da una decisione approvata in maniera trasversale dal Parlamento al momento della votazione della Legge di stabilità 2013. Il Decreto di assegnazione del giudice del Tribunale di Tempio conclude definitivamente una vicenda giuridicamente complessa e avvia una nuova fase per la gestione e la valorizzazione di Budelli con la certezza che il patrimonio ambientale in essa custodito rappresenta, compatibilmente con il suo equilibrio naturale che deve essere rispettato e gelosamente custodito, un bene a disposizione di tutti.
«Si conclude definitivamente e positivamente una vicenda che ha occupato le cronache dei quotidiani in questi anni. – commenta il Presidente Giuseppe Bonanno – Una vicenda che ha coinvolto tante persone che hanno dichiaratamente espresso la volontà che Budelli divenisse patrimonio pubblico ed entrasse nella disponibilità del Parco. Non è stato un percorso semplice ma alla fine a prevalere è stata la volontà espressa dal Parlamento che nel 2013 votò in maniera trasversale affinché l’isola di Budelli divenisse patrimonio pubblico. A questa decisione politica, sono da aggiungere le 85 mila firme di privati cittadini raccolte attraverso una petizione: una mobilitazione popolare senza precedenti che chiedeva inequivocabilmente che il gioiello dell’Arcipelago di La Maddalena venisse garantito integro dallo Stato alle generazioni future»
A partire dalla comunicazione ufficiale da parte del Tribunale con l’invio del Decreto di assegnazione scatterà immediatamente una nuova stagione per l’Isola: «L’Ente Parco – sottolinea Bonanno – è chiamato a una responsabilità importante: superare rapidamente questa lunga vicenda giudiziaria per provare a costruire un futuro diverso per l’isola. Già in queste ore siamo impegnati a raccogliere la sfida lanciata dalla campagna di crowdfunding promossa dai bambini dell’Istituto di Mosso. Dobbiamo lavorare con loro e con il WWF per non disperdere quel potenziale di energia che hanno messo in campo, testimoniando una consapevolezza importante rispetto all’ambiente che li circonda e al loro stesso futuro. In queste ore – spiega il Presidente – mi hanno espresso il desiderio di incontrarci, dichiarando la piena disponibilità per convertire la raccolta di fondi per l’acquisizione, in una raccolta di fondi per la sua gestione, e trasformare così Budelli nell’isola dei ragazzi. Stiamo verificando la possibilità di un incontro nei prossimi giorni esteso a tutto il Consiglio direttivo del Parco per dare corpo all’idea»”.

Musei di Caprera. Lavori in corso sino al 27 novembre

Il mulino di Casa Garibaldi

POLO MUSEALE DELLA SARDEGNA

SISTEMA MUSEALE DELL’ISOLA DI CAPRERA
COMPENDIO GARIBALDINO DI CAPRERA – MEMORIALE GIUSEPPE GARIBALDI
LA MADDALENA

Compendio Garibaldino di Caprera

Si comunica che il Compendio Garibaldino di Caprera dal 6 al 27 novembre sarà accessibile solo parzialmente per i lavori di allestimento all’interno della casa. Sarà sempre possibile visitare la stalla e le aree esterne, compreso il cimitero privato nel quale riposa l’Eroe.

Orari
Dal martedì al sabato: dalle ore 9.00 alle ore 20.00
Apertura biglietteria: dalle ore 9.00 alle ore 13.30
dalle ore 14.00 alle ore 19.15

Memoriale “Giuseppe Garibaldi”

Il Memoriale “Giuseppe Garibaldi” osserverà il consueto orario invernale:
dalle 8,30 alle 17,15 (ultimo ingresso alle 16,30)

Per altre informazioni rivolgersi al 0789 727162 – 0789 726015 (Compendio)
Servizi di Comunicazione:
casagaribaldi.info@beniculturali.it – sbapsae-ss.urp@beniculturali.it
Facebook: it-it.facebook.com/CompendioGaribaldinodiCaprera
Twitter: @CompGaribaldin

Alla ricerca della Pinna Nobilis

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nell’ambito del progetto “Scopri Natura”, organizzato dal CTS (Centro Turistico Studentesco e Giovanile) e dal Parco Nazionale dell’Arcipelago de La Maddalena: venerdì 28 agosto si svolgerà nell’Isola di Caprera, presso la baia di Porto Palma, il bioblitz dedicato al monitoraggio di Pinna Nobilis. Accompagnati da due guide ambientali escursionistiche – educatori ambientali del Parco Nazionale, i cittadini e i turisti che aderiranno all’iniziativa, potranno raccogliere dati utili alla conoscenza e alla conservazione del patrimonio ambientale del Parco attraverso la pratica dello snorkeling.
Il bioblitz è il primo strumento della citizen science: un modo informale e divertente per registrare la varietà delle forme di vita tra piante spontanee e animali selvatici che si possono trovare in natura. Nella giornata di venerdì sorvegliato speciale sarà la Pinna nobilis: il più grande mollusco bivalve, endemico del Mar Mediterraneo, specie protetta, inserita in direttiva Habitat e nella convenzione di Barcellona. Nelle acque del Parco è possibile osservare esemplari anche di grande taglia e relativamente vicino alla riva, consentendone l’osservazione dalla superficie. L’aumentato controllo negli ultimi anni ne sta favorendo la ripresa anche se sono ancora frequenti episodi di sequestri di esemplari di Pinna nobilis da parte delle forze dell’ordine, raccolti vivi come souvenir.
I bioblitz si svolgeranno al mattino dalle 9 alle 13 e, se le adesioni supereranno le venti unità ci sarà la possibilità di iscriversi al pomeriggio, orario previsto dalle 15 alle 19. Coloro che si iscriveranno al Bioblitz si ritroveranno al CEA, Centro di Educazione ambientale del Parco a Stagnali: ad accoglierli le guide del Parco che insieme agli istruttori del diving Area 11 di La Maddalena terranno un piccolo briefing sulle attività che si andranno a svolgere. Dalla teoria alla pratica: suddivisi in due gruppi, i partecipanti saranno accompagnati dalle guide del Parco in due punti diversi della baia di Porto Palma dove si immergeranno con pinne, maschera e boccaglio per censire esemplari di Pinna nobilis. Una volta conclusa l’attività i dati raccolti saranno inseriti dalle guide in un database per confrontarli con quelli dell’ultimo monitoraggio, risalente al 2011.
Per partecipare all’iniziativa bisogna contattare l’Ufficio stampa del Parco al seguente numero telefonico 0789-790226, oppure inviare una mail con i propri dati e numero telefonico a ufficio.stampa@lamaddalenapark.org entro giovedì 27 agosto alle ore 17. Requisito fondamentale per potersi iscrivere: saper nuotare, essere in buone condizioni fisiche e avere con se maschera, pinne e boccaglio. I minori devono essere accompagnati. Tutti possono partecipare in modo attivo e gratuito ad un Bioblitz. L’unico requisito è la passione per l’aria aperta e l’amore per la natura.

Alleanza strategica tra Ente Parco e attività stagionali

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

In distribuzione le brochure informative del Parco presso tutte le attività stagionali presenti a La Maddalena e a Caprera. I depliant tematici prodotti dall’Ente Parco riguardano i musei, i sentieri, la flora e la fauna del Parco, realizzati in diverse lingue, rappresentano un prezioso supporto e orientamento per gli ospiti del Parco. L’alleanza con le strutture commerciali presenti nei luoghi di maggior frequentazione turistica, non solo rappresenta valido presidio del Parco sul territorio ma anche base strategica per innovare e migliorare l’accoglienza. A questi si aggiunge la distribuzione dei posacenere da spiaggia, importanti strumenti per prevenire l’abbandono delle cicche di sigarette sui litorali dell’Arcipelago.

«Nello spirito di diffondere capillarmente una coscienza ambientale ed ecologica nei visitatori del nostro Parco – spiega il Presidente Giuseppe Bonanno – quest’anno, abbiamo consegnato ad ogni struttura operante sui litorali del Parco e nella aree pic-nic il nostro materiale informativo in italiano, inglese e francese. Oltre a ciò sono stati distrubuiti i posacenere da spiaggia con il logo dell’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena. Questo piccolo gesto consentirà di veicolare un messaggio ecologico di grande valore, contribuendo a mantenere più pulite le nostre spiagge e a sviluppare un senso di accoglienza e di orientamento per i fruitori del nostro meraviglioso territorio”.

Ricordiamo, inoltre, che sono in distribuzione i monitor per quegli esercizi che ne faranno richiesta. Su questi monitor vengono proiettate, con grafica accattivante e di immediato impatto, le informazioni utili per rendere più cosciente e informata la visita del Parco. I monitor verranno distribuiti fino ad esaurimento scorte.

“Angoli mediterranei” per abbellire il verde pubblico: ecco l’accordo quadro

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Cala Gavetta

È stato approvato l’accordo quadro tra l’Amministrazione comunale e il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena per la promozione e la valorizzazione dell’immagine del territorio del Parco. Scaturito da un’intesa maturata nel corso degli incontri svoltisi tra il Presidente Giuseppe Bonanno e il Sindaco Luca Montella, l’accordo è stato approvato nel corso dell’ultimo incontro del Consiglio direttivo e consentirà una più efficace collaborazione tra le due amministrazioni per la realizzazione di interventi mirati al miglioramento del decoro urbano e dell’immagine della città proposta ai visitatori.
Obiettivi definiti all’interno dell’accordo: la promozione dell’immagine del territorio attraverso la realizzazione di “angoli mediterranei” ossia aiuole allestite con specie della macchia mediterranea da realizzarsi lungo la rete viaria di La Maddalena, nel centro storico e in corrispondenza delle aree di sbarco e rotatorie da trasformarsi in vere e proprie aule didattiche rappresentative dei valori ambientali tipici dell’Arcipelago. All’interno dell’accordo è inoltre previsto il posizionamento di strutture tecnologiche che prevedano l’uso di energie alternative per la ricarica di tablet e smartphone, panchine, rastrelliere per le biciclette, pensiline e strutture per la mimetizzazione dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti. L’accordo impegna le due amministrazioni per la promozione della cultura della “vivibilità” e della sostenibilità concependo gli spazi pubblici come “aule all’aperto” in grado di offrire una fruizione consapevole e adeguata e di trasmettere i principi fondanti del Parco anche all’interno del perimetro urbano di La Maddalena.
«Stiamo dando seguito con tutti gli atti amministrativi necessari agli intenti manifestati nel corso degli incontri avviati con l’amministrazione comunale e finalizzate alla predisposizione di azioni programmatiche congiunte – spiega il Presidente Giuseppe Bonanno – l’approvazione da parte del Consiglio direttivo evidenzia una comune volontà delle parti per lavorare in un’ottica condivisa che offra possibilità e soluzioni concrete ai tanti problemi che la comunità segnala alle istituzioni: Ente Parco e Amministrazione comunale».
Prosegue il Sindaco Montella: «Continuiamo nel percorso di avvicinamento tra i due enti con l’unico obiettivo di ottenere dal Parco azioni concrete anche in ambito urbano, ciascuno secondo le proprie competenze. La sincronia è l’unico modo per farsi percepire in termini positivi dall’utenza. L’Amministrazione comunale ha, e pone questa esigenza in termini prioritari».

[Nalla foto: un angolo di Cala Gavetta]

Notti d’estate ai musei di Caprera

POLO MUSEALE DELLA SARDEGNA

Sistema Museale dell’Isola di Caprera

NOTTI D’ESTATE

Il Sistema museale di Caprera, costituito dal Compendio Garibaldino e dal Memoriale Garibaldi, aprirà le porte per due notti fino alle ore 24.
Per l’occasione i due musei offriranno in via del tutto eccezionale una visita in notturna: emozionante, suggestiva ed inedita.
Dal Memoriale Garibaldi, allestito nel Forte Arbuticci su una delle punte più elevate di Caprera, giovedì 16 si potrà godere di un suggestivo paesaggio in notturna sull’arcipelago di La Maddalena. Il pubblico è invitato a portare strumenti per l’osservazione dei corpi celesti.
Il Compendio Garibaldino, casa museo di Giuseppe Garibaldi, venerdì 17 presenterà in una atmosfera a luci soffuse gli ambienti in cui visse l’Eroe.

Biglietti:
€ 10,00 cumulativo intero
€ 5,00 cumulativo ridotto
€ 6,00 intero
€ 3,00 ridotto

Notti d'estate foto

Progetto Sharklife: a Roma il convegno conclusivo

Si svolgerà a Roma il prossimo 30 Giugno il convegno conclusivo del Progetto Sharklife che ha visto protagonista il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena. Nel corso dell’incontro, organizzato nella Sala della Vedova del Palazzetto Mattei di Villa Celimontana verrà tracciato un bilancio complessivo dell’iniziativa che negli ultimi tre anni ha coinvolto diversi partner. Il progetto è stato reso possibile grazie ai fondi dell’Unione europea del programma Life+ , dal Ministero dell’Ambiente, dal Parco Nazionale dell’Asinara e dalla Provincia di Reggio Calabria, e ha coinvolto, accanto a CTS, i seguenti partner: Agci-Agrital, Fipsas (Federazione italiana pesca sportiva e attività subacquee), Cibm di Livorno (Consorzio per il Centro Interuniversitario di Biologia Marina), Fondazione Cetacea, Area Marina Protetta delle Isole Pelagie e Università della Calabria.

programma sharklife 2015Secondo uno studio della IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) nel Mediterraneo sono presenti circa 80 specie diverse di pesci cartilaginei e l’Italia in particolare, grazie alla sua posizione strategica, ospita 43 specie di squali. Purtroppo, il nostro paese detiene anche il primato, tutto negativo, di avere la più alta percentuale di squali e razze minacciate al mondo. SHARKLIFE, il primo maxi-progetto europeo dedicato alla conservazione degli squali, ha promosso azioni concrete per la salvaguardia di questi animali puntando alla riduzione della mortalità causata dalla pesca professionale e sportiva.

Nell’ambito del progetto, il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, in collaborazione con i pescatori locali operanti all’interno dell’Arcipelago, ha partecipato al testaggio di un prototipo di rete da pesca in grado di ridurre la mortalità degli squali elefante e di eventuali altre specie marine protette in caso di cattura accidentale. Attraverso tale prototipo, in grado di rilevare e segnalare istantaneamente l’avvenuta cattura nelle reti di questi animali sarà possibile intervenire con efficacia per la tutela e la conservazione delle specie. Lo sviluppo del sistema ad opera degli ingegneri dell’Università della Calabria, guidati da Calogero Pace, servirà per realizzare uno strumento il più possibile simile alle normali reti da posta utilizzate dagli operatori, tale da poter essere usato in futuro nelle normali attività di pesca.

Per raggiungere l’obiettivo di salvaguardia degli squali, sono state promosse iniziative di diverso tipo. Alcune concrete di conservazione, come ad esempio la promozione dell’uso degli ami circolari, che sono dispositivi di pesca a basso impatto per i trigoni viola; lo sviluppo di un sistema per ridurre la mortalità di squali elefante e di altre grandi specie marine protette catturate accidentalmente nelle reti da posta e l’implementazione della politica di “tag and release” per i tornei di pesca sportiva, il tutto principalmente attraverso il coinvolgimento di pescatori sportivi e professionisti. Altre azioni sono state rivolte ad aumentare la sensibilità e la consapevolezza da parte del pubblico riguardo l’importanza degli squali per gli ecosistemi marini, attraverso la formazione (seminari e workshop) e l’uso di diversi strumenti di comunicazione, tra cui una mostra itinerante, il sito web e degli opuscoli informativi, realizzati ad hoc per i diversi target.

CorrIsola 2015: un bel successo che fa pensare al futuro.

Dalla dirigenza dei Lions Runners Caprera riceviamo e pubblichiamo un resoconto della gara ‘CorrIsola’ disputata domenica 14 giugno 2015 sulle strade de La maddalena e Caprera.

Un cielo di giugno leggermente velato, un pizzico di caldo già estivo, il “ponentino” a marchio Doc dell’arcipelago ed un volo di palloncini hanno dato il via alla gara competitiva che apre la stagione podistica dei Lions Runners Caprera; atleti sardi e ospiti e tanti maddalenini, grandi e piccini hanno passato una domenica diversa praticando sport tra il mare e le pinete, a godere di quello che è la nostra ricchezza..un territorio meraviglioso.Doverosi i ringraziamenti a tutti coloro che hanno partecipato e a tutti coloro che hanno aiutato.

Ringraziamo innanzitutto gli Enti : Comune di la Maddalena, Parco e Marina Militare che hanno patrocinato l’evento, la Protezione Civile di Claudio Ciucci sempre presente e disponibile, il Comando di polizia municipale ,il Corpo Forestale dello Stato, la Croce Verde. La Famiglia Mula : Carmela, Barbara, Tore e Roberto che hanno fatto non il 1000per mille ma ancora di più e, che faranno di questa una grande manifestazione, perchè il ricordo di chi abbiamo amato non voli mai via. Ringraziamo Ida Salanitro, che non è riuscita ad essere presente, ma lo è stata con il cuore e ha voluto conoscere ogni dettaglio della passeggiata dei piccoli dedicata al indimenticabile Dott. Gaetano Giudice.
Simbolica la presenza di Fabio Lai, neo eletto vicesindaco ed assessore allo sport nella duplice veste istituzionale e di runner: un’amministrazione presente sarà la carta vincente per tutte le attività che meritano di far conoscere il nostro paese.
Ringraziamo La Fidal Sardegna ed in particolare Ottavio Beccu , il Comitato Provinciale ed il Csi Gallura Anglona, Franco Gottardi , squisito e disponibile che ha allestito magistralmente la partenza/arrivo, e grazie mille a Salvatore Bettiol per il materiale ,l’appoggio e la disponibilità. Grazie a Pino Salmeri ed ai mitici 50enni del Comitato di Santa Maria Maddalena classe 65;
Grazie alle compagnie di navigazione Saremar,Delcomar e La Maddalena lines ed alla Turmo Travel, grazie a Don Andrea,al Panathlon Club di Angelo Mangano ,alla Pro Loco di Aldo Pireddu ed alla Ditta Cogei.
Un grazie speciale agli Speakers Andrea e Paolo che hanno animato la mattinata e che presto (così hanno promesso) indosseranno le t-shirt anche per correre;
grazie a Lorenzo, Gianni, Vittorio e Pietro di La Maddalena TV, ad Andrea Nieddu, grazie a Gabriele e Laura di Photofantasy e Pietrino Bottaru per le foto, a Federico per la musica,grazie a tutti gli sponsor, che ,spesso( anche con sacrifici), ci aiutano e ci permettono di fare sempre tutto al meglio : Marco Cuneo e la Cuneo Service sponsor principale, Avis La Maddalena, Gite in barca Meraviglie dell’Arcipelago, Marmificio Cucca,Ristorante Sottovento, Ristorante Perla Blu, Charlie bar, Farmacia Buffardo e le aziende sponsor, Il Rifugio dei Peccatori, Ristorante l’Avventura, MA&Ma di Manila Salvati, Frutta e verdura Terre del Campidano, Bar Madrau, Pizzeria Da Roby, Andrea Ceciarini, La casa del Formaggio, Boulangerie Moriani, Zi Anto,Gran Caffè Garibaldi,  pizzeria i 4 Venti, Agip caffè, Difar, Bottiglieria Gialisio, Panificio Lamberti, Orafo Max, Antonello Pedroni, cartoleria Vigiano, Il Paradiso della frutta, Caffè Sporting, Ditta Orecchioni , l’Emporio delle meraviglie di Elena Grabesu, Gamma Idea di Susy Manconi e Gioiellerie Ciocca, gelateria la Finestrella, Yogurteria yoyo e gastronomia da Anselmo, Panificio Benatti, Architetto Cianchetti, Surgelandia , Art Caffè, Bar Giorgi, Ditta Cossu trasporti (Bundo!), Mascagni sport e un saluto ed un grazie speciale alla ditta Organo Gold.
Un grazie di vero cuore a tutti gli amici ed amiche (siete tantissimi : Giuliano, Andreana, Gianni, Sabrina, Gianni, Antonuccio, Alessandro, Angelo, Giorgio, Ennio, Rossano, Proto, Davide,Tullio, Massimo, la soc. Ciclistica Isolana con Barbara e Giovanni, Grazia, Annarita, Maria Antonietta,Tina, Mary, Rosaria, Signora Marija, Laura, Luca ed i ragazzi di RG che hanno aiutato sul percorso, servito al buffet, hanno cucinato, picchettato, sbandierato, fatto le iscrizioni, sbrogliato medaglie, riempito bicchieri e ci hanno aiutato a fare una bella manifestazione, grazie in particolare alla dottoressa Licheri che si è prodigata per far partire la gara ed aiutare i runners in difficoltà ed alla Dott.ssa Gazzanelli che ha corso e fatto assistenza, grazie ad Ilaria e Massimiliano ed ai fantastici toscanacci e grazie a tutti voi che avete partecipato, che ci avete resi e felici di continuare a fare quello che facciamo e che ci spronate a fare sempre meglio , qualche incertezza c’è sempre,ma con un pò di aggiustamenti e consigli ,faremo sempre meglio!!!ed infine grazie Arcipelago de La Maddalena, perchè sei un paese fantastico e, a noi, ci piace correre con te!!! Alla prossima gara!!!
Il Presidente Carlo Impagliazzo e tutti i Lions Runners CapreraLions Runners Caprera