Archivi tag: Ambiente/Turismo

Sentieri di giugno: programma delle attività

Trekking e escursioni a mare alla scoperta dell’ambiente e della storia dell’Arcipelago della Cooperativa ‘Isule’

553354_3205089959419_1405802369_nRiprendono a grande richiesta gli appuntamenti domenicali con le guide ambientali della Cooperativa ‘Isule’. Per tutto il mese di giugno – tempo permettendo – tutti coloro che vorranno iscriversi ai nostri eventi avranno la possibilità di scoprire l’Arcipelago via terra e via mare. Tutte le escursioni saranno caratterizzate da un duplice aspetto: conoscere la storia e la natura dell’Arcipelago divertendosi.
Iniziamo dalla splendida isola di Caprera domenica 12 giugno, incontro alle 10.30 a Poggio Rasu per visitare la batteria e percorrere insieme il sentiero verso Cala Portese (Spiaggia dei Duemari). Il rientro è previsto per le ore 15.00. Chi volesse restare con noi fino alle tre del pomeriggio può portarsi il pranzo al sacco o usufruire del chiosco della spiaggia di Cala Portese (Duemari) .
Il 19 giugno si parte in gommone alla volta dell’isola di Spargi. Appuntamento alle ore 10.00 all’ufficio postale di La Maddalena, alla scoperta dei sentieri di Zanotto o Petrajaccio a seconda delle condizioni meteo. Pranzo al sacco. Rientro previsto alle ore 17.00
Il 26 giugno torniamo nell’Isola di Caprera. Incontro alle ore 10.30 dopo il ponte di Caprera, nello spiazzo all’imbocco del sentiero della Conigliera. Tutto il gruppo partirà verso il sentiero che porta a Monte Tejalone, e successivamente a Cala Napoletana. Lo spostamento per i vari sentieri avverrà in macchina. Pranzo al sacco. Rientro previsto ore 15.00
Per tutti gli eventi sarà obbligatoria la prenotazione in modo da garantire un numero di guide congruo ai partecipanti.
Trascorrete la giornata con noi, per info, costi e prenotazioni chiamate la Cooperativa Isule al 339 1652423.

[Comunicato a cura della Cooperativa ‘Isule’. La foto è di Angelo0 Coppadoro]

Annunci

Marchio IAC: al via i workshop con gli operatori

Il prossimo 3 e 4 novembre si terranno presso il Salone Consiliare del Comune di La Maddalena due giornate di workshop tematici rivolti agli operatori del settore ricettivo e della ristorazione, dedicati al progetto Isole Amiche del Clima, promosso dal Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena.Conoscere il progetto, capire come aderire e approfondire le sue finalità permetterà a tutti i soggetti che vorranno partecipare di riunirsi in un unico contenitore comune concretizzato attraverso l’utilizzo del Marchio Isole Amiche del Clima (IAC) mediante il quale sviluppare pratiche di ecosostenibilità, innovazione e valorizzazione. La finalità del progetto è quella di un miglioramento della qualità ambientale all’interno delle attività produttive e all’adozione di azioni volte a mitigare gli impatti ambientali derivanti dalle varie attività. Il Marchio IAC rappresenta, quindi, uno strumento di promozione delle caratteristiche qualitative del territorio capace di integrare attenzione all’ambiente e sviluppo sostenibile attraverso azioni e benefici per l’economia locale.

Alla ricerca della Pinna Nobilis

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nell’ambito del progetto “Scopri Natura”, organizzato dal CTS (Centro Turistico Studentesco e Giovanile) e dal Parco Nazionale dell’Arcipelago de La Maddalena: venerdì 28 agosto si svolgerà nell’Isola di Caprera, presso la baia di Porto Palma, il bioblitz dedicato al monitoraggio di Pinna Nobilis. Accompagnati da due guide ambientali escursionistiche – educatori ambientali del Parco Nazionale, i cittadini e i turisti che aderiranno all’iniziativa, potranno raccogliere dati utili alla conoscenza e alla conservazione del patrimonio ambientale del Parco attraverso la pratica dello snorkeling.
Il bioblitz è il primo strumento della citizen science: un modo informale e divertente per registrare la varietà delle forme di vita tra piante spontanee e animali selvatici che si possono trovare in natura. Nella giornata di venerdì sorvegliato speciale sarà la Pinna nobilis: il più grande mollusco bivalve, endemico del Mar Mediterraneo, specie protetta, inserita in direttiva Habitat e nella convenzione di Barcellona. Nelle acque del Parco è possibile osservare esemplari anche di grande taglia e relativamente vicino alla riva, consentendone l’osservazione dalla superficie. L’aumentato controllo negli ultimi anni ne sta favorendo la ripresa anche se sono ancora frequenti episodi di sequestri di esemplari di Pinna nobilis da parte delle forze dell’ordine, raccolti vivi come souvenir.
I bioblitz si svolgeranno al mattino dalle 9 alle 13 e, se le adesioni supereranno le venti unità ci sarà la possibilità di iscriversi al pomeriggio, orario previsto dalle 15 alle 19. Coloro che si iscriveranno al Bioblitz si ritroveranno al CEA, Centro di Educazione ambientale del Parco a Stagnali: ad accoglierli le guide del Parco che insieme agli istruttori del diving Area 11 di La Maddalena terranno un piccolo briefing sulle attività che si andranno a svolgere. Dalla teoria alla pratica: suddivisi in due gruppi, i partecipanti saranno accompagnati dalle guide del Parco in due punti diversi della baia di Porto Palma dove si immergeranno con pinne, maschera e boccaglio per censire esemplari di Pinna nobilis. Una volta conclusa l’attività i dati raccolti saranno inseriti dalle guide in un database per confrontarli con quelli dell’ultimo monitoraggio, risalente al 2011.
Per partecipare all’iniziativa bisogna contattare l’Ufficio stampa del Parco al seguente numero telefonico 0789-790226, oppure inviare una mail con i propri dati e numero telefonico a ufficio.stampa@lamaddalenapark.org entro giovedì 27 agosto alle ore 17. Requisito fondamentale per potersi iscrivere: saper nuotare, essere in buone condizioni fisiche e avere con se maschera, pinne e boccaglio. I minori devono essere accompagnati. Tutti possono partecipare in modo attivo e gratuito ad un Bioblitz. L’unico requisito è la passione per l’aria aperta e l’amore per la natura.

Le barche da traffico tornano a Cala Gavetta

image1Prendono avvio tempi nuovi nella collaborazione fra enti diversi che insistono sul territorio del comune. Un risultato storico frutto della riscoperta collaborazione fra amministrazione comunale e Capitaneria di Porto. Un dialogo e un ottimo rapporto fra Enti che ha portato un buon risultato. In concomitanza del 150° anno di fondazione delle Capitanerie, la motovedetta Cp 313 ha lasciato, per il periodo estivo, l’ormeggio del porto turistico di Cala Gavetta al fine di dare la possibilità ad alcune barche da traffico di sbarcare flussi turistici in uno dei cuori pulsanti del centro storico. Ogni approdo: Banchina Poste, molo Medaglie d’oro e Cala Gavetta avrà lo stesso numero di sbarchi di stessa identica portata. Una ripartizione equa di sbarchi verrà distribuita in tutta la città che fino ad ora aveva visto concentrare l’affluenza in un unico sito. Inizia la rinascita per la storica Cala Gavetta, per troppi anni lasciata in uno stato di incuria ed abbandono. Dalla riqualificazione della piazza Barone De Geneys, riconvertita in sito per manifestazioni sportive e sagre, al decoro del verde pubblico con vasi di fiori lungo il suo perimetro, agli eventi musicali, e ora gli sbarchi turistici, la centenaria Piazza Principe Tommaso sembra aver ritrovato nuovo lustro e splendore. Un grande passo in avanti verso il miglioramento dell’accoglienza turistica nella nostra città grazie alla collaborazione fra Enti, associazioni e commercianti. È partita con un grande successo, infatti, l’iniziativa “Maddalena che incanta” che ha visto il collocamento di un gazebo di accoglienza per le informazioni turistiche, brochure gratuite in più lingue, sponsorizzate dall’associazione Reazione Giovanile, consegnate direttamente allo sbarco dei passeggeri delle navi con allegate le cartine della città ed il tutto accompagnato dal suono della fisarmonica d’un artista. I volantini consegnati si configurano come una vera e propria guida di rapida e facile consultazione per la fruizione di tutto ciò che la città è in grado di offrire al turista appena sbarcato dalla nave con l’auspicio che vi ritorni in maniera permanente. Insomma una rinascita in termini turistici ma anche di cultura e tradizione vista la storia che racconta Cala Gavetta.

[Nella foto: lo sbarco a Cala gavetta della ‘Love Boat’]

14 giugno 2015: 2^ edizione di ‘CorriIsola del Parco’ patrocinata dalla Lions Runners Caprera

Sono trascorsi un po’ di anni da quando un solitario Roberto Ugazzi, armato di kway e scarpette, macinava i chilometri in salita della strada panoramica imitato da qualche americano e qualche militare, da un po’ di tempo a questa parte,al contrario, La Maddalena corre e sono tanti, tantissimi i camminatori della domenica, i corridori mattutini, i gruppi che si danno appuntamento a Caprera nel pomeriggio: i negozi sportivi si specializzano in calzature sempre più sofisticate e dilaga la cultura del vivere sano e del benessere fisico; corrono i maddalenini, i turisti d’estate ed i militari dei corsi, ma, al di là del mare anche la Gallura si è messa al passo “veloce” delle altre provincie sarde e delle regioni di oltremare. Società e gruppi sono nati a Palau, Arzachena, Olbia e San Teodoro ad affiancare le 2 storiche società galluresi (Pao ed Atletica Olbia ) e nuovi nomi e nuovi volti si affacciano nel Sassarese e nell’ Ozierese.
L’Atletica pura, con le sue discipline olimpiche ,però lascia spazio al podismo su strada, le corse domenicali abbandonano le piste per spaziare lungo le strade provinciali e panoramiche, per km e km, fino ad arrivare al traguardo di ogni podista: la maratona.
La Maddalena scelta già dal 2013 come location per una mezzamaratona promossa ed organizzata da Salvatore Bettiol , ex olimpico dal carnet importante (bronzo alla coppa del mondo di Seoul nell’87, argento alle maratone di New York e Londra e oro in tante competizioni nazionali, come la Maratona di Venezia) , ha visto in un anno nascere il gruppo podistico dei Lions Runners Caprera, ora società di atletica leggera che , conquistando le strade con le t shirt colorate e le numerose manifestazioni, conta oggi 40 iscritti e cerca sempre di più di coinvolgere la cittadinanza in manifestazioni ed eventi sportivi, perché lo sport è amicizia e condivisione ed i panorami splendidi che il territorio offre, rimangono nel cuore e nel ricordo dei runner che hanno partecipato a centinaia alle gare maddalenine.
La presenza di tanti atleti ha convinto il Presidente Carlo Impagliazzo a voler fortemente ripetere le esperienze dello scorso anno, la 2° Corrisola del Parco del prossimo 14 giugno ,gara federale di 15 km tra le due isole principali, anche quest’anno grazie alla collaborazione di Giuseppe Rotta e del CVC, toccherà le panoramiche stradine del Centro Velico Caprera per concludersi nella Piazza di Moneta don Giuseppe Riva.
Per ricordare i 20 anni dalla scomparsa di un giovane monetino doc, nonché grande appassionato di sport, la manifestazione ludico motoria di 5 km che si svolgerà in concomitanza con la gara competitiva, sarà dedicata a Roberto Mula e a questa ed alla passeggiata dei bambini , per il 2 anno dedicata al Dott. Gaetano Giudice, potranno partecipare grandi e piccoli, atleti e non , passeggiatori o corridori e tutti coloro che vorranno passare una mattinata in allegria, con premiazioni, rinfresco finale e t shirt ricordo per tutti.
Ma i lions runner continuano per chilometri e per mesi , infatti per l’estate ancora tanti appuntamenti firmati LRC : la 2° edizione della gara notturna Night for Run il 18 luglio ed i pomeriggi in piazza con il Corrisola d’Estate, corsa e altri sport per condividere le passioni comuni. Tante date, quindi, da segnare sul calendario , a partire da domenica 14 giugno all e 9.30 in piazza Don Riva, tutte le informazioni per le iscrizioni on line sul sito http://www.lionsrunners.it e sul social facebook nelle pagine dedicate alla Società Lions runnes ASD e all’evento “CorrIsola del Parco”; le iscrizioni per le gare non competitive da 5 e 1,5 km si potranno fare presso la cartoleria Pagani in via Garibaldi o la mattina della gara in piazza Don Giuseppe Riva a Moneta.
Il Presidente ed il Direttivo colgono l’occasione per ringraziare pubblicamente gli Enti che hanno patrocinato gli Eventi: Comune, Parco, Marina Militare, Fidal, Csi e Avis, il comitato SM Maddalena classe 65 e la Proloco, Salvatore Bettiol e la Bettiol sport Events , la ditta Cuneo, sponsor ufficiale ed i tanti esercizi commerciali locali che hanno aderito con entusiamo fornendo bellissime premiazioni e importanti aiuti e un ringraziamento alle famiglie Ricco-Mula e Giudice che partecipano con gioia ad una manifestazione che crescerà con gli anni, facendo conoscere i paesaggi e le bellezze naturalistiche dell Arcipelago ad un numero sempre maggiore di persone ed appassionati sportivi.

Agitazione sindacale nei dipendenti dell’Ente Parco

Si sta affermando nei posti di lavoro, soprattutto in quelli pubblici, il mal vezzo di considerare i contratti integrativi aziendali come artifizi importanti ma non necessari per retribuire i dipendenti. In sostanza si possono chiedere prestazioni per aumentare la produttività dell’Ente ma non necessariamente queste prestazioni potranno essere retribuite. Accade in molti posti di lavoro e sta accadendo al Parco Nazionale dell’Arcipelago dove i dipendenti, sebbene abbiano portato a termine numerosi progetti per migliorare la produttività dell’Ente aspettano fin dal 2011 di essere valutati e quindi pagati. Ebbene possiamo tranquillamente sostenere che chi rientra nella categoria dei “fannulloni” , non sono certo i dipendenti del Parco ma chi fino ad oggi ha rallentato e ostacolato l’applicazione delle disposizioni contenute dei Contratti Integrativi Aziendali e non ha assunto in prima personale le responsabilità che le vengono imposte dalla Legge. Sarebbe banale citare alcuni passaggi delle norme Brunetta, ma diventa quanto mento necessario, in questa situazione delineare responsabilità e individuare le carenze che hanno generato un notevole disagio tra i lavoratori e che stanno accedendo un conflitto tra dipendenti e presidenza del Parco. Brevemente, senza entrare in tecnicismi, citiamo l’art. 15 del Dlgs 150/2009 (Legge Brunetta) “L’organo di indirizzo politico – amministrativo (… ) definisce in collaborazione con i vertici dell’amministrazione il piano e la relazione sulle perfomance e verifica il conseguimento effettivo degli obiettivi strategici”. Tanto basta per sostenere che la politica pilatesca del Presidente dell’Ente Parco sulla gestione del personale non ha ragione di esistere anzi la stessa norma impone una presenza qualificata e decisiva dell’organo di indirizzo politico-amministrativo. E quindi la responsabilità derivata dalla Legge si applica anche alla verifica degli obiettivi e quindi anche, in assenza di dirigenza, alla valutazione del personale. Invece ci si trincea dietro arzigogoli giuridici e dietro valutazioni non effettuate da “passati Direttori” sapendo che la funzione di controllo anche della Dirigenza, soprattutto nei casi di mancata valutazione del personale, è compito primario del Presidente, tenuto conto che gli obbiettivi di performance sono attribuiti ai Direttori proprio dall’organi di indirizzo politico-amministrativo in buona sostanza il Presidente! E allora come mai non è stato esercitato dal Presidente il potere sostitutivo che la stessa norma dettaglia per le mancate valutazioni dei dipendenti per gli anni 2011-2012 e parte del 2013? Insomma perché si preferisce, senza ipotizzare soluzioni ,rendere note le osservazioni dell’Organismo Indipendente di Valutazione che non valida alcune relazioni sulle perfomance? Perché si preferisce non utilizzare io potere sostitutivo per la valutazione dei dipendenti? Una serie di domande che necessariamente devono trovare risposte e contestualmente soluzioni. I lavoratori e il Sindacato da sempre si sono dichiarati disponibili al confronto e alla individuazione di soluzioni che, nel rispetto delle norme, possano dare risposte a chi, con le diversità del caso, ha prestato la propria opera per permettere al Parco Nazionale di La Maddalena di raggiungere i propri obiettivi, che ci risulta nella maggior parte dei casi raggiunti con il fattivo e decisivo contributo dei lavoratori. Deve essere chiaro a tutti che non si sta chiedendo di retribuire i dipendenti attraverso escamotage di vecchia memoria, si sta chiedendo e lo si chiede a gran voce l’esigenza che ognuno si assuma la propria responsabilità non ultima quella di valutare i progetti e i lavoratori per poter chiudere, nel rispetto delle regole, una partita che racchiude in se non solo questioni di carattere economico ma anche e soprattutto relazionali e di rispetto della dignità del dipendente. È evidente che il Sindacato di fronte a difficoltà economiche dei lavoratori non ha altri strumenti che quelli della comunicazione e della mobilitazione, perciò formalizza lo stato di agitazione di tutto il personale a partire dal giorno 4 maggio 2015, con il blocco di tutte le prestazioni di carattere straordinario, indice per il giorno 29 maggio 2015 Uno sciopero generale di 24 ore dei dipendenti ed attiva, ai sensi della Legge 146/90 le procedure di raffreddamento dei conflitti richiedendo la convocazione presso la Prefettura di Sassari del Presidente dell’Ente Parco per cercare di dirimere la vertenza in corso. Va da sè che le scriventi Segreterie si rendono disponibili alla apertura di tavoli contrattuali con la presidenza.
Per la Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl: L.Porcheddu, L.Bartolozz,i M.Guccini.

Sagra degli zerri, domenica 19 aprile 2015

“La Sagra degli Zerri” è organizzata dal Comitato Festeggiamenti Santa Maria Maddalena e Natività Beata Vergine Maria – Classe 1965 presso la Piazza Barone des Geneys a partire dalle ore 12,00 del giorno 19 Aprile 2015.
Menù: Penne ai frutti di mare (cozze), porzione di zerri, acqua, vino, pane,dolce”. .Sagra Zerri

Il Parco Nazionale all’Expo di Milano

Il Parco Nazionale dell’Arcipelago de La Maddalena vivrà da protagonista la vetrina internazionale dell’Expo 2015 che si svolgerà a Milano a partire dal prossimo 1 Maggio fino al 31 Ottobre che ha per titolo: “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Nel corso di un incontro svolto ieri a Roma presso il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare sono stati definiti i termini della partecipazione e dell’impegno che l’Ente Parco dovrà mettere in campo per utilizzare al meglio l’occasione rappresentata dall’evento. Il Parco  sarà presente con una settimana nel mese di giugno all’interno del “Padiglione BiodiversityPark” e sarà impegnato con tutto il sistema regionale dei Parchi e delle Aree marine protette della Sardegna nel corso di tutte le manifestazioni collettive. La Regione Sardegna e in particolare l’Assessore al turismo Francesco Morandi sta promuovendo un’azione di marketing territoriale che avrà come appuntamento clou la presenza dell’isola con un proprio spazio nel mese di Settembre.

Nel corso della giornata di ieri sono stati inoltre definiti i dettagli della realizzazione del documentario a cura della struttura “Rai Expo” che per la Maddalena focalizzerà l’attenzione su Caprera, la figura di Giuseppe Garibaldi e la sua attività di agricoltore. Le riprese inizieranno il prossimo 4 Maggio. Il Parco Nazionale sarà inoltre protagonista del Padiglione Italia dell’Expo 2015, attraverso la produzione audiovisiva “La Potenza della bellezza” realizzata dalla Bedeschi Film S.r.l nell’ambito delle attività legate alla promozione delle “Identità italiane”. L’iniziativa si svolge con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, le riprese, realizzate nelle scorse settimane, saranno in altissima definizione e sono state realizzate con l’assistenza logistica e organizzativa della fondazione “Sardegna Film Commission”.

«L’appuntamento con l’Expo di Milano rappresenta un’occasione fondamentale di promozione per il Parco Nazionale e per tutto il territorio – ha spiegato il Presidente Giuseppe Bonanno – già a partire dal tema della manifestazione “Nutrire il pianeta, energia per la vita” è possibile individuare un’affinità con i temi della sostenibilità promossi dalla rete dei Parchi. Il Parco di La Maddalena è impegnato in queste settimane a sviluppare una strategia complessiva di promozione che veda l’Arcipelago e le sue valenze: storiche, ambientali e culturali al centro della manifestazione e che ci veda protagonisti dell’appuntamento».

Dall’Ente Parco riceviamo e pubblichiamo:

Accoglienza eco–turistica: pubblicato il bando per la stagione 2014

Forte del positivo riscontro ottenuto durante la stagione estiva 2013, l’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena ripropone anche per il nuovo anno l’affidamento del servizio di accoglienza eco-turistica per gli ospiti dell’Arcipelago. Il progetto vuole promuovere un’offerta orientata a condurre i visitatori del Parco verso una fruizione consapevole delle bellezze naturalistiche e paesaggistiche dell’area protetta attraverso un’operazione di sensibilizzazione sui temi della conservazione e del rispetto delle risorse ambientali.

L’iniziativa promossa dall’Ente Parco prevede la presenza di personale specializzato in alcune delle spiagge più frequentate dell’Arcipelago. Il personale dovrà essere in grado di proporre ai turisti in visita un’adeguata divulgazione delle nozioni di tutela ambientale approfondendo i temi specifici che riguardano le caratteristiche dell’Arcipelago. Sette le spiagge destinate ad ospitare le attività del progetto: Cala Santa Maria (Isola di Santa Maria), Cala Corsara (Isola di Spargi), Cala Maiore – Bassa Trinita (Isola di La Maddalena), Spiaggia Rosa (Isola di Budelli), Spiaggia dei Cavalieri (Isola di Budelli), Spiaggia dei Due Mari (Isola di Caprera), Cala Andreani – Spiaggia del Relitto (Isola di Caprera). Il personale, dovrà garantire la propria presenza nei diversi siti individuati tutti i giorni della settimana compresi le domeniche e le giornate festive per 8 ore giornaliere.

Il bando di gara è scaricabile dall’albo digitale dell’Ente Parco all’indirizzo:http://albo.lamaddalenapark.it/pubblicazione/2014/0160 ed è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 5 Maggio 2014.

 

Immagine

Automobili parcheggiate sulla spiaggia a Cala Garibaldi

Automobili parcheggiate sulla spiaggia a Cala Garibaldi